Incendi: il nostro aiuto per Australia, Amazzonia e Indonesia

Dopo gli incendi avvenuti in Amazzonia lo scorso anno, abbiamo lanciato un’iniziativa per far conoscere alle persone la causa di questi incendi e per fare qualcosa di concreto.
In questo articolo, scopri cosa abbiamo proposto, per quale motivo e cosa abbiamo deciso di fare alla fine!

IL PROBLEMA DEGLI INCENDI

Incendi in Australia

Come probabilmente già saprai, lo scorso anno (e purtroppo anche l’inizio di questo) è stato segnato da alcuni tra i più devastanti incendi che abbiamo mai visto nel corso della storia moderna.
Per diversi motivi (riscaldamento globale, disboscamento, incendi appiccati di proposito, ecc), in diverse aree del mondo sono scoppiati incendi che hanno devastato i terreni e le vite di migliaia di persone e di essere viventi.
Le zone più colpite sono state in particolare l’Amazzonia, la Siberia, l’Indonesia e, proprio anche in questi giorni, l’Australia.

Questi incendi non sono dannosi solo per ciò che distruggono ma anche per le emissioni che vengono rilasciate quando divampano: solo tra il 1 gennaio e il 30 novembre sono stati rilasciati nell’atmosfera circa 6375 milioni di tonnellate di CO2, secondo il Copernicus Atmosphere Monitoring Service.
Questo significa che queste situazioni non fanno altro che peggiorare la condizione climatica in cui ci troviamo, contribuendo in modo significativo al riscaldamento globale.

LA NOSTRA PROPOSTA PER L’AMAZZONIA A SETTEMBRE 2019

Incendi in Amazzonia

A Settembre 2019, quando abbiamo visto ciò che stava accadendo in Amazzonia e soprattutto quando abbiamo scoperto la causa di questi incendi, abbiamo deciso di pubblicare un post con diverse slide in cui fornivamo informazioni su quello che stava accadendo e sulle cause principali di questi terribili avvenimenti.
Per fare in modo che queste informazioni venissero diffuse il più possibile, abbiamo comunicato che avremmo piantato un albero per ogni ri condivisione del post su Facebook e su Instagram e anche per ogni ordine ricevuto online nel mese di Settembre.
Questa iniziativa ci ha permesso di poter informare più persone su ciò che stava accadendo e allo stesso tempo, avremmo potuto fare qualcosa di concreto per compensare tutte le emissioni che venivano rilasciate a seguito di questi incendi.

LE NOSTRE RIFLESSIONI A SEGUITO DEI NUMEROSI INCENDI IN ALTRE AREE DEL MONDO

Pianta un Albero

A fine Settembre 2019 abbiamo raggiunto, tra ordini e condivisioni, un totale di 3470 alberi che avremmo potuto piantare nelle zone colpite dagli incendi in Amazzonia!
Poco dopo aver eseguito i conteggi, abbiamo scoperto che nel mondo c’erano altri incendi che stavano divampando in modo incontrollato e che c’erano altre zone e persone che venivano colpite da questi fuochi.
Abbiamo quindi deciso di aspettare a piantare quegli alberi, perchè volevamo capire dove altro avremmo potuto piantarli e se aveva senso farlo!

Ecco che arrivati a Gennaio 2020, dopo i devastanti incendi avvenuti in Australia, abbiamo capito che c’era qualcosa di più concreto che avremmo potuto fare.
Piantare un albero è un gesto bellissimo e di grande speranza ma, considerando la situazione e quello che ci aspetterà nel futuro, le possibilità che un albero piantato ora sopravviva in tempo per arrivare a crescere e a risultare utile per compensare le emissioni, si riducono.
In aggiunta a questo, prima che un albero cresca a sufficienza per assorbire la CO2 e rilasciare aria pulita in modo efficiente, ci vogliono diversi anni e forse, non possiamo permetterci di aspettare così tanto.

LE NOSTRE AZIONI CONCRETE

Ecco che quindi dopo diverse riflessioni abbiamo deciso che potevamo fare qualcosa di più concreto che potesse essere davvero d’aiuto per chi aveva subito le conseguenze di queste situazioni.

Abbiamo quindi deciso di donare l’importo esatto che avremmo speso per acquistare e piantare i 3186 alberi, corrispondenti alle sole condivisioni, tramite One Tree Planted (1 albero = 1$ statunitense).
In totale avremmo speso quindi 3186$, che abbiamo deciso di donare ad associazioni che utilizzeranno quesi soldi per compiere azioni concrete.

A chi abbiamo donato questi soldi e in che modo saranno d’aiuto? Te lo spieghiamo subito!

  • RSPCA NSW (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals) per aiutare l’Australia: questa organizzazione non profit si occupa di dare supporto, di trovare casa e di fornire assistenza e cure agli animali che ne hanno bisogno, in tutta l’isola. In particolare, la nostra donazione è stata fatta al fondo che è nato per aiutare la gestione degli animali che stanno soffrendo a causa degli incendi e li aiuterà ad acquistare tutto ciò che potrà servire per proteggerli e salvarli, incluse visite mediche, alimenti e alloggi. Abbiamo deciso di donare metà dell’importo e quindi la spesa è stata di 1593$ australiani. Questo è il certificato della nostra donazione.

    Donazione RSPCA NSW
    Ricevuta della donazione a RSPCA NSW.
  • Earth Alliance per aiutare l’Amazzonia: questa associazione non profit si occupa di raccogliere fondi e di distribuirli direttamente a comunità indigene e a partner locali che si occupano di combattere gli incendi, di proteggere le terre e di fornire supporto alle comunità che hanno subito delle gravi conseguenze.
    La nostra donazione, quindi, servirà per fornire un aiuto concreto alle organizzazioni locali dell’Amazzonia, che agiscono e agiranno per prevenire che accada di nuovo ma soprattutto per proteggere chi vive nelle aree a rischio.

    Donazione Earth Alliance
    Ricevute della nostra donazione a Earth Alliance.
  • One Tree Planted per aiutare l’Indonesia: per essere corretti e trasparenti verso le persone che hanno acquistato nel mese di Settembre sapendo che avremmo piantato degli alberi, abbiamo quindi deciso di piantare 284 alberi (corrispondenti agli ordini ricevuti in quel mese) in Indonesia, una delle altre zone colpite dagli incendi.

    Donazione One Tree Planted
    Certificato della nostra donazione di alberi in Indonesia, che è stata fatta tramite One Tree Planted.

IL NOSTRO CONTRIBUTO

Sappiamo che le nostre sono piccole azioni, soprattutto considerando quanto bisogno c’è, ma siamo convinti che per lo spazio e la piattaforma che abbiamo creato, sia un nostro dovere impegnarci in queste battaglie e dimostrare così che ogni piccolo gesto conta.

Oltre a queste donazioni, la nostra azienda fa parte di 1% for The Planet, un’associazione no profit a cui ogni anno doniamo regolarmente l’1% del nostro ricavato. Questo ci permette di sostenere ogni anno dei progetti che ci stanno a cuore e che possiamo sostenere concretamente, aiutandoli a proteggere la terra, gli animali, l’ambiente.

Siamo un’azienda etica e sostenibile, e questo per noi significa essere in prima linea e agire concretamente: questo sarebbe impossibile se non avessimo il supporto dei nostri clienti e quindi questo è anche merito di tutte le persone che ogni giorno acquistano da noi. Grazie!